Tesi di laurea: “Scudo Fiscale e diritto penale” - intervista a Damiano Di Maio (6 novembre 2015)

Damiano Di Maio.jpg

ComplianceNet (CN): Buongiorno Damiano, vuoi presentarti?

Damiano Di Maio (DDM): Mi chiamo Damiano Di Maio, ho 29 anni e sono di Milano. Mi sono laureato nell’aprile 2011 in giurisprudenza presso l’Università degli studi di Milano con una tesi dal titolo “Scudo Fiscale e diritto penale: problemi applicativi e questioni di legittimità” (qui il testo in pdf).

CN: Quali temi hai affrontato nella tua tesi?

DDM: La tesi approfondisce la disciplina dello scudo fiscale dalla sua prima introduzione sino all’ultima proroga, con riguardo ai profili penalistici dell’istituto.
In particolare, l’elaborato può essere suddiviso in tre aree tematiche:
nella prima parte si analizzano la ratio e le implicazioni penalistiche dello scudo (i reati coperti, le cause ostative alla produzione degli effetti premiali e la possibilità di estensione dell’effetto premiale ai concorrenti nel reato);
la seconda parte concerne i profili di rischio penale connessi ad un utilizzo abusivo dello scudo, con un particolare focus sui rapporti tra scudo fiscale e antiriciclaggio;
nella terza parte infine ci si interroga sulle connessioni tra lo scudo fiscale e la normativa costituzionale e comunitaria, affrontando le questioni di legittimità e compatibilità dello scudo rispetto ad esse.

CN: Che esperienze professionali hai avuto dopo la laurea?

DDM: Da gennaio di quest’anno lavoro in Unione Fiduciaria S.p.A., prima società fiduciaria italiana per massa amministrata, nell’Area consulenza banche ed intermediari finanziari, dove mi occupo in particolare di compliance e di supporto normativo a istituti di credito ed intermediari riguardo tematiche di diritto bancario, societario e dei mercati finanziari.
Lo scorso anno ho superato l’esame di abilitazione alla professione forense presso la Corte d’Appello di Milano; in precedenza ho lavorato presso studi legali ed intermediari finanziari anche esteri, oltre ad una fondamentale esperienza di stage in Banca d’Italia, nella Segreteria Tecnica dell’Arbitro Bancario Finanziario a Milano.

CN: Consigli per un laureando che vuole affrontare per la tesi argomenti simili?

DDM: Individuare tematiche attuali, come quella del rimpatrio dei capitali illecitamente detenuti all’estero che ad oggi è si è ripresentata con la Voluntary Disclosure, cercando di fornire un’impostazione operativa di modo da avere la possibilità di un riscontro premiante nel mercato del lavoro.

CN: Consigli per affrontare il mondo del lavoro?

DDM: Specializzarsi e tenersi sempre aggiornati, con un’attitudine orientata all’interdisciplinarietà.

Per contattare Damiano Di Maio

Allegato

151106-tesi-di-maio.png

  • Damiano Di Maio, “Scudo fiscale” e diritto penale: problemi applicativi e questioni di legittimità, tesi di laurea, anno accademico 2009/2010, Università degli studi di Milano, Facoltà di Giurisprudenza (pdf)