Sicurezza pagamenti internet: aggiornamento Circolare Banca d’Italia n.285/2013 (DirittoBancario.it, 10 giugno 2016)

160610-diritto-pagamenti.jpg

(introduzione e sommario della pubblicazione. Il testo completo è disponibile qui online e in pdf)

  • di  Damiano Di Maio

Introduzione

Con la pubblicazione, in data 17 maggio 2016, del 16° aggiornamento della Circolare n. 285 del 17 dicembre 2013 recante “Disposizioni di vigilanza per le banche” (G.U. n. 127 del 1 giugno 2016 – Supplemento Ordinario n. 17), l’Autorità di vigilanza italiana ha provveduto a recepire le previsioni regolamentari elaborate dall’Autorità Bancaria Europea (di seguito per brevità, l’ABE) finalizzate ad accrescere il livello di sicurezza dei pagamenti via internet, nell’ambito di una cornice normativa comune su base europea.
Con il predetto aggiornamento si prefigurano una serie di nuovi adempimenti che impatteranno trasversalmente sull’organizzazione e sull’operatività dei soggetti destinatari delle previsioni in esso contenute, in attesa peraltro che venga recepita nell’ordinamento italiano[1] la Direttiva (UE) 2015/2366 del 25 novembre 2015 (di seguito, Direttiva PSD2)[2] recante la rinnovata disciplina relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno, che abroga[3] la Direttiva 2007/64/CE (di seguito Direttiva PSD).
Il presente contributo si propone pertanto di illustrare sinteticamente le principali novità intervenute nel corpus normativo delle richiamate Diposizioni di vigilanza, al fine di individuarne i concreti effetti sui modelli di business e di governo dei processi per gli operatori economici coinvolti, anche alla luce delle problematiche emerse e delle indicazioni fornite dalla Banca d’Italia in sede di resoconto alle consultazioni.
(continua a leggere online e in pdf)

Sommario

Introduzione - 1. Gli Orientamenti dell’Autorità Bancaria Europea sulla sicurezza dei pagamenti via internet recepiti nella disciplina di vigilanza – 1.1 Ambito di applicazione soggettivo – 1.2 Ambito di applicazione oggettivo – 1.3 Contenuto sostanziale degli Orientamenti: fattispecie di maggior rilievo – 1.3.1 L’assetto organizzativo per la prevenzione, il monitoraggio ed il controllo dei rischi connessi all’ambiente di sicurezza dei pagamenti via internet – 1.3.2 Le misure specifiche di controllo e sicurezza che impattano sui pagamenti via internet – 1.3.2.1 Identificazione inziale dei clienti e adempimenti di trasparenza – 1.3.2.2 Autenticazione forte del cliente – 1.3.2.3 Registrazione del cliente e monitoraggio delle operazioni – 1.3.3. L’assistenza al cliente: sensibilizzazione, educazione e comunicazione – 2. I dubbi degli operatori in sede di recepimento e le indicazioni della Banca d’Italia: ulteriori profili di riflessione – 2.1 L’eliminazione del principio comply or explain e la non vincolatività delle Migliori Prassi – Conclusioni.

Allegato

Damiano Di Maio, “Sicurezza dei pagamenti via internet: l’aggiornamento della Circolare Banca d’Italia n.285/2013 in recepimento degli Orientamenti dell’Autorità Bancaria Europea”, giugno 2016 (pdf, 479 K, 16 pp.)

Leggi anche

Rimani in contatto

140709-linkedin2.jpg  facebook facebook

ComplianceNet: