Il punto di Banca d’Italia sull’approccio di vigilanza alla funzione organizzazione nelle banche (DirittoBancario.it, 3 luglio 2015)

150127-dirittobancario.jpg

Pubblicato il testo dell’intervento del Vice Capo del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia, Stefano De Polis, sul tema “L’approccio di vigilanza alla funzione organizzazione nelle banche: tra business ed esigenze di governo. L’uscita dall’eclissi parziale” tenuto ieri (2 luglio 2015 ndr) all’Università LUISS Guido Carli di Roma.
L’intervento si è concentrato sui seguenti profili:

  • il contesto di riferimento: la funzione organizzazione fra evoluzione del mercato e della regolamentazione;
  • la reazione delle autorità di vigilanza;
  • il profilo organizzativo nell’approccio di supervisione.

Nel chiudere, il dott. De Polis ha ricordato come “le sfide del nuovo contesto, il ruolo del board nel definire il modello di business, nell’approntare il RAF e nella definizione delle modalità di gestione dei rischi e della coerenza della macro-struttura, richiedono che il presidio delle variabili organizzative e di governo sia gestito in modo coordinato. Il processo in atto va incanalato verso un assetto che individui nella funzione organizzazione una cabina di regia del cambiamento organizzativo in grado di sostenere le esigenze del business di rispondere alle sollecitazioni del mercato e della concorrenza, rendendole nel contempo compatibili con la necessità di assicurare una gestione integrata e un governo unitario dei rischi”.

Allegato

  • Stefano De Polis, Vice Capo del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria Banca d’Italia, “L’approccio di vigilanza alla funzione organizzazione nelle banche: tra business ed esigenze di governo. L’uscita dall’eclissi parziale” (pdf, 104 K, 8 pp.)

Ultimi articoli su Banca d'Italia

130704-logo-bankit

ComplianceNet: