Orrick: La Cassazione esclude la responsabilità penale dell'OdV (31 maggio 2016)

160531-orrick-corporate-alert.jpg

La pronuncia in commento trae origine dall’infortunio di un operaio che ha riportato lesioni gravissime e invalidità permanente durante un’operazione di caricamento di materiali da una banchina a una costruzione navale.
La dinamica dell’incidente ha mostrato che alcuni tubi, issati tramite una gru, si erano sfilati dai lacci che li legavano insieme e uno colpiva l’operaio causandogli paraplegia completa degli arti inferiori.
A fronte di tale accaduto venivano imputati i componenti del consiglio di amministrazione e quelli dell’organismo di vigilanza ex D.Lgs. 231/01 della società proprietaria del cantiere navale per il reato di “Omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro” ex art. 437 c.p. che dispone che: “Chiunque omette di collocare impianti, apparecchi o segnali destinati a prevenire disastri o infortuni sul lavoro, ovvero li rimuove o li danneggia, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni. Se dal fatto deriva un disastro o un infortunio, la pena è della reclusione da tre a dieci anni”.

Continua a leggere in pdf (100 K, 3 pp.) sulla Newsletter “Orrick - Corporate Law Alert”

Orrick - leggi anche

Ultimi articoli su 231-01