Guardia di Finanza: nel 2016 stanati 3.300 gli evasori totali- Padoan: Corruzione inquina – video (RaiNews.it, 21 giugno 2016)

160622-gdf-video.jpg

Fisco, primo bilancio Guardia di Finanza: 3.300 gli evasori totali. Padoan: "Corruzione inquina"

(clicca sull’immagine per vedere il video oppure qui direttamente in mp4 )

Da gennaio a maggio scoperte dalle Fiamme Gialle 840 società fantasma e 30 i milioni di euro di patrimoni sequestrati.
I danni per la malagestione delle risorse pubbliche sfiorano i 2 miliardi.
Mattarella: "La Guardia di Finanza resta un presidio di legalità".
Padoan: "Recuperati dalle tasse evase circa 30 miliardi di euro"

Sono 3.300 gli evasori totali, quei nomi trasparenti per il fisco che non hanno mai versato un centesimo nelle casse dello Stato.
Ma anche 850 società fantasma create per sfuggire alla tassazione e 220 casi di trasferimento indebito di denaro all’estero, con aziende i cui redditi migrano misteriosamente nei paradisi del fisco.
Per un totale di 300 milioni di beni sequestrati e un danni erariali che sfiorano i 2 miliardi di euro.

È questo il bilancio dei primi cinque mesi di attività della Guardia di Finanza, diffuso in occasione dei 242 anni dalla nascita del corpo.
A celebrare oggi l'anniversario della fondazione delle Fiamme Gialle ci sono il Presidente Sergio Mattarella, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, insieme al Comandante Generale della Guardia di Finanza Giorgio Toschi.

I numeri dell'evasione e i sequestri alle mafie

Il colpo alla criminalità organizzata pesa 1,3 miliardi di beni e patrimoni sequestrati, mentre sono più di 200 le aziende “sporche” sulle quali le Fiamme Gialle sono riuscite a mettere i sigilli.
Il registro del contrasto alla criminalità economico-finanziaria conta 1.000 denunciati per il reato di riciclaggio di denaro e 300 per quello di riciclaggio, ma anche 6 tonnellate di droghe sequestrate e 748 narcotrafficanti finiti in manette.
Per quanto riguarda il mercato dei marchi contraffatti, sono 41 milioni i prodotti messi sotto sequestro.
Mentre nel corso dell'attività di controllo dell'immigrazione in mare, la Guardia di Finanza ha arrestato 33 scafisti.

Padoan: "la corruzione inquina il tessuto economico del Paese"

"La corruzione, la criminalità economica anche sui mercati finanziari, i molteplici canali che alimentano l'economia sommersa illegale sono fenomeni complessi ed interdipendenti, capaci di inquinare il tessuto economico ed il sistema finanziario", ha detto il ministro Padoan.
"Il contrasto delle frodi, dell'evasione e dell'elusione fiscale internazionale continua a rappresentare una sfida pressante per l'Italia." Il ministro ha poi spiegato che l'anno scorso sono stati 30 i miliardi di euro recuperati dalle tasse evase: 21 da residenze fittizie all'estero e 7 da società non dichiarate.

Mattarella: “Un presidio di legalità”

“Va evidenziato il delicato ruolo svolto dal Corpo di Polizia economico-finanziaria quale strumento di contrasto nei confronti delle elaborate minacce rivolte all'ordinato andamento delle attività economiche, essenziali nello sviluppo del Paese”, ha scritto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Comandante Generale Giorgio Toschi, per l’anniversario del corpo.
“La lotta alla criminalità organizzata, la battaglia contro il finanziamento di attività terroristiche, contro le truffe nei confronti dei finanziamenti pubblici sono altrettanti capitoli dell'imponente azione alla quale siete chiamati”.
Mattarella ha poi sottolineato l’importante ruolo delle Fiamme Gialle come presidio di legalità e ha ringraziato i finanzieri per le straordinarie qualità mostrate in mare, quando hanno soccorso uomini, donne e bambini nel loro drammatico viaggio verso l’Europea attraverso il Mediterraneo.

160622-gdf-2.jpg

Ultimi articoli su "Guardia di Finanza"

Ultimi Video

Rimani in contatto

140709-linkedin2.jpg  facebook facebook