FATF: Riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo - rischi e vulnerabilità associate con l’oro (21 luglio 2015)

150721-fatf-gold.jpg

L’oro offre un mezzo alternativo ai criminali per conservare o muovere i loro beni quando le autorità di vigilanza introducono muove e più stringenti misure contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo al fine di proteggere il settore finanziario.
Il FATF-GAFI insieme all’ Asia/Pacific Group on Money Laundering ha prodotto il documento  “Money laundering / terrorist financing vulnerabilities associated with gold” (Riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo - rischi e vulnerabilità associate con l’oro) (pdf, 693 K, 42 pp.) che analizza e spiega le ragioni per cui molti criminali usano l’oro per i propri scopi e come veicolo per il riciclaggio di denaro: l’oro infatti ha un valore stabile, è anonimo e facilmente trasformabile e intercambiabile.
Il mercato dell’oro è altamente lucrativo e permette innumerevoli opportunità per i criminali in ogni fase, dall’estrazione alla vendita al dettaglio.
Capire ciò che rende l’oro - come altre pietre e metalli preziosi come ad esempio i diamanti - attraenti per i criminali per ripulire i propri beni e generare profitti è essenziale per identificare i rischi in questo settore relativi al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo.
Questo rapporto fornisce una serie di casi di studio e di indicatori (red flags: bandiere rosse) al fine di aumentare la consapevolezza delle principali vulnerabilità legate al mercato dell’oro in materia di antiriciclaggio e contrasto del finanziamento del terrorismo negli operatori e nelle aziende che operano nel settore orafo.

Allegato

  • FATF-GAFI, “Money laundering / terrorist financing vulnerabilities associated with gold”, July 2015 (pdf, 693 K, 42 pp.)

 

ComplianceNet: