FATF-GAFI: Rapporto sulle misure della Svizzera contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo (7 dicembre 2016)

161207-fatf-swiss-cover.jpg

Il sistema antiriciclaggio e di contrasto al finanziamento del terrorismo in Svizzera è nel suo complesso valido ma servono alcuni miglioramenti per raggiungere una efficacia completa

GAFI-FATF ha condotto un assessment (pdf, 3.5 M, 248 pp.) del sistema antiriciclaggio e di contrasto al finanziamento del terrorismo (AML/CFT framework) della Svizzera sulla base delle raccomandazioni promulgate dallo stesso GAFI nel 2012.
L’assessment ha valutato sia il livello di efficacia del sistema svizzero AML / CFT sia la sua “conformità tecnica” con le raccomandazioni del GAFI.
Rispetto al precedente assessment GAFI-FATF del 2005, la Svizzera ha rafforzato il suo sistema AML/CFT.
Questi miglioramenti si basano su una chiara volontà politica di promuovere l'integrità del mercato finanziario elvetico: le riforme normative pertanto sono state volte a soddisfare i requisiti delle raccomandazione GAFI in modo da essere in grado di meglio fronteggiare i significativi rischi di riciclaggio di denaro che la Svizzera deve affrontare.
Dal punto di vista operativo, le autorità di polizia elevetiche hanno dimostrato l'efficacia dei loro metodi di indagine durante la collaborazione giudiziaria nei casi di riciclaggio internazionale.
Alcune di queste indagini internazionali legati a gravi casi di corruzione hanno portato al rimpatrio di una considerevole quantità di beni ai paesi danneggiati.

Le autorità di vigilanza monitorizzano continuamente le istituzioni finanziarie e gli enti non finanziari regolamentati seguendo un approccio basato sul rischio.
Il team GAFI-FATF di valutazione invita le autorità svizzere a rafforzare il controllo sugli obblighi di  segnalazioni di operazioni sospette, in particolare per le istituzioni finanziarie.
Inoltre sarebbe opportuno che le sanzioni applicate per il mancato rispetto dei requisiti AML / CFT, sia alle persone fisiche sia a quelle giuridiche siano commisurate alla gravità dei reati commessi anche per spingere a riconsiderare le politiche attuate in caso di necessità.
La Svizzera dimostra un forte impegno nelle collaborazioni giudiziarie internazionali che la vedono coinvolta ma dovrebbe garantire lo stesso impegno in tutte le forme di cooperazione internazionale in particolare per quanto riguarda la vigilanza dei grandi gruppi finanziari dato il ruolo chiave della piazza finanziaria svizzera.
Le autorità svizzere hanno recentemente adottato nuove misure per affrontare alcuni di questi “punti critici”: questi sviluppi sono i benvenuti e le autorità svizzere sono invitate a garantire l'effettiva attuazione di queste nuove disposizioni di legge.

161207-fatf-swiss

Leggi anche

Scarica il rapporto

Slideshare

Articoli collegati su FATF/GAFI

150303-FATF.jpg

Ultimi articoli su "Antiriciclaggio"

443px-Money-laundering.svg.png

(image from http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Money-laundering.svg)

Segui ComplianceNet sui social networks

140709-linkedin2.jpg  facebook facebook

*

ComplianceNet: