Il nuovo Responsabile Antiriciclaggio nel Sistema dei Controlli Interni: al via la nuova edizione del Corso AIRA

Intervista a Ferdinando Santagata, socio fondatore e Segretario Generale di AIRA, Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio, Direttore Commerciale di IUS Consulting e Wiener Stadtische.

ComplianceNet (CN): Il 20 ottobre 2010 prende il via la nuova edizione del Corso di Alta specializzazione AIRA; quali i contenuti e le novità?

Ferdinando Santagata (FS): A seguito del provvedimento di Banca d’Italia attuativo dell’art. 7 c.2 del D.Lgs. 231/07, il ruolo del Responsabile Antiriciclaggio si è notevolmente modificato; occorre di conseguenza inquadrare coerentemente tale funzione all’interno del più ampio sistema dei controlli interni dell’intermediario finanziario onde evitare sia le inefficienze organizzative sia la mancata conformità ai requisiti di legge e vigilanza.

CN: Quali sono gli elementi di novità introdotti dal provvedimento di Banca d’Italia?

FS: In primo luogo il D. Lgs. 231/07 ha imposto agli intermediari finanziari un approccio risk-based al contrasto del riciclaggio, portando di conseguenza nell’ambito del più ampio processo di risk management aziendale il trattamento del rischio di reato di riciclaggio. Ciò implica che si deve rafforzare il Sistema dei controlli interni per adeguarlo anche al contrasto del riciclaggio.
In secondo luogo il D.Lgs. 231/01, che disciplina la responsabilità amministrativa dell’ente, è stato aggiornato dall’art. 25-octies con l’introduzione del reato di riciclaggio; ciò significa che per essere esentato da responsabilità para-penale e dalle gravi conseguenze sanzionatorie, l’intermediario deve dotarsi di un Modello organizzativo e di un Organismo di Vigilanza anche per la prevenzione ed il corretto trattamento del rischio di riciclaggio.
In sintesi dunque il nuovo Provvedimento emanato da Banca d’Italia, attuativo dell’art. 7 c. 2 del D.Lgs. 231/07, introduce caratteristiche nuove alla nuova funzione antiriciclaggio, che diviene parte integrante del sistema dei controlli interni.

CN: Per le banche il ruolo del Responsabile Antiriciclaggio può coincidere con la funzione di compliance o con la funzione di risk management?

FS: La risposta a questo quesito dipende dal modello organizzativo adottato dall’intermediario. Occorre che il sistema dei controlli interni della banca sia progettato ed attuato in coerenza con l’effettivo modello organizzativo, tenendo conto delle varie normative e delle specificità del business della banca. In poche parole il sistema dei controlli non deve essere disegnato solo “sulla carta” ma rispondere effettivamente alle necessità aziendali ed essere realmente efficace.

CN: Possiamo dire che l’antiriciclaggio non riguarda più solo lo specialista della materia ma tutti i componenti del sistema di controllo?

FS: Esattamente. Come ha ben ricordato il presidente di AIRA, professor Ranieri Razzante, occorre estendere in banca la “cultura dell’antiriciclaggio”; abbiamo la legislazione più rigida d’Europa ma spesso i comportamenti in azienda non sono all’altezza della situazione. La formazione delle risorse e del top management diventa allora un fattore strategico.

CN: A chi si rivolge il Corso di Alta formazione di AIRA?

FS: Proprio per i motivi sopra indicati il corso non si rivolge solo ai referenti della funzione Antiriciclaggio e ai Responsabili Antiriciclaggio ma anche ai referenti della funzione di Compliance che trattano il rischio di riciclaggio, al Compliance Officer, ai referenti della funzione di Risk management che trattano il rischio di riciclaggio e al Risk manager.
Inoltre è opportuno che partecipino agli incontri anche esponenti degli organi aziendali, in particolare dell’organo di controllo (Collegio sindacale).

CN: Quali sono gli obiettivi formativi del Corso?

FS: Il percorso di formazione persegue i seguenti obiettivi:

  • ricostruire il sistema dei controlli interni dopo gli interventi normativi degli ultimi anni
  • esaminare le attività assegnate alle diverse funzioni di controllo
  • approfondire il rischio di compliance e le particolarità inerenti alla normativa antiriciclaggio
  • analizzare il corpo normativo per la lotta all’antiriciclaggio ed approfondire le questioni applicative
  • analizzare i meccanismi dell’imputazione dell’ente per quanto attiene al reato di riciclaggio
  • comprendere il ruolo del nuovo Responsabile Antiriciclaggio nell’ambito del sistema dei controlli interni
  • approfondire il rapporto fra Responsabile Antiriciclaggio, Organismo di Vigilanza ed altre funzioni di controllo
  • approfondire il rapporto fra Responsabile Antiriciclaggio e organi aziendali (organo con funzione di supervisione strategica, organo con funzione di gestione e organo con funzione di controllo).

CN: Dove è il programma di dettaglio del Corso?

FS: Il programma è disponibile presso il sito AIRA in http://www.airant.it/pdf/corso2010.pdf

CN: Costi?

FS: Il Corso di Alta Specializzazione ha un costo di Euro 3.000,00 oltre Iva. Ai Soci di AIRA sarà riservata la quota di Euro 2.500,00 oltre Iva.

CN: Grazie Ferdinando e buon lavoro.

FS: Buon lavoro a voi tutti.