FSA: le banche inglesi e l'antiriciclaggio nelle situazioni ad alto rischio (22 giugno 2011)

Il 22 giugno 2011 la FSA, l'autorità che vigila sui mercati finanziari del Regno Unito, ha pubblicato "in consultazione" il documento "Banks' management of high money-laundering risk situations - How banks deal with high-risk customers (including politically exposed persons), correspondent banking relationships and wire transfers " (qui in pdf, 987 K, 98 pp.).
Il documento rientra nell'ambito di un più ampio progetto "editoriale" denominato "CP11/12: Financial crime: a guide for firms" .
Il rapporto della FSA ha lo scopo di valutare il modo in cui le banche inglesi gestiscono le situazioni di alto rischio dal punto di vista dell'antiriciclaggio ed in particolare per quanto riguarda i cosiddetti PEP (Politically Exposed Persons - persone politicamente esposte).
Il documento propone, in appendice, un elenco di "buone" e "cattive" pratiche riscontrate durante le verifiche.
Le conclusioni del rapporto inglese sull'antiriciclaggio bancario sono allarmanti.

FSA ha rilevato numerose manchevolezze e punti di criticità; i principali punti di attenzione riportati nel rapporto sono:

  • la gestione della clientela nelle situazioni di potenziale rischio di riciclaggio non è conforme alle disposizioni: oltre la metà delle banche che sono state esaminate non ha applicato gli obblighi di verifica rafforzata della clientela (Enhanced Due Diligence - EDD);
  • più di un terzo delle banche sotto esame non adotta misure efficaci per identificare i clienti PEP; su tale aspetto alcune banche fanno esclusivo affidamento alle banche dati commerciali sui PEP anche quando ci sono fondati dubbi sulla loro completezza e qualità; in particolar modo le piccole banche si affidano, nell'identificazione dei PEP, ai propri responsabili commerciali (RelationShip Manager - RMS) o uffici all'estero sostenendo la tesi che tocca a questi soggetti accertarsi della qualifica di PEP; in alcuni casi, le banche non sono riuscite a identificare i clienti come PEP, anche quando era evidente dalle informazioni a disposizione che tali individui ricoprivano o avevano ricoperto posizioni pubbliche di alto livello.
  • tre quarti delle banche del campione verificato non ha preso misure adeguate per stabilire la legittimità della fonte dei capitali da utilizzare nel rapporto da instaurare commerciale; ciò è molto preoccupante, in particolare, quando si accompagna alla conoscenza, da parte della banca, di informazioni negative sull'integrità del cliente o del titolare effettivo;
  • il framework per il risk assessment di alcune banche non è efficace; in alcuni casi le matrici di rischio assegnano un punteggio inadeguato in paesi a rischio in cui la banca ha rapporti commerciali significativi; in tal modo non viene applicata la verifica rafforza che pure era dovuta;
  • la "cultura" sull'antiriciclaggio di alcune banche non è sufficiente.

Indice

1. Executive Summary
1.1. Introduction
1.2. Findings
1.3. Conclusions
2. Introduction
2.1. Background and objectives
2.2. Methodology
2.3. Banks' AML legal and regulatory obligations
2.3.1. The Wire Transfer Regulations
2.3.2. The FSA Handbook
3. Findings – high risk customers and PEPs
3.1. AML policies and procedures
3.1.1. PEP definition
3.1.2. Training and awareness
3.1.3. AML policies and procedures – examples of good and poor practice
3.2. Risk assessment
3.2.1. Common risk assessment methodology
3.2.2. Common weaknesses in risk assessment
3.2.3. Risk assessment– examples of good practice and poor practice
3.3. Customer take-on
3.3.1. CDD
3.3.2. Identification and verification of identity
3.3.3. Beneficial owners
3.3.4. Identifying PEPs
3.3.5. Nature and intended purpose of the business relationship
3.3.6. Source of wealth/funds
3.3.7. EDD
3.3.8. Record-keeping
3.3.9. Approval of business relationships
3.3.10. Risk appetite, culture and resources
3.3.11. Customer take-on – examples of good and poor practice
3.4. Enhanced monitoring of high-risk relationships
3.4.1. Transaction monitoring
3.4.2. Regular reviews
3.4.3. Enhanced monitoring of high risk relationships – examples of good and poor practice
4. Findings – correspondent banking
4.1. What is correspondent banking?
4.2. Money-laundering risks in correspondent banking
4.3. New business origination and strategy
4.4. Risk assessment of respondent banks
4.4.1. Examples of risk-assessment methodology
4.4.2. Risk assessment of respondent banks – examples of good and poor practice
4.5. Customer take-on
4.5.1. Responsibility for carrying out CDD
4.5.2. The quality of CDD
4.5.3. Approval of respondent relationships
4.5.4. Customer take-on – examples of good and poor practice
4.6. Ongoing monitoring of respondent accounts
4.6.1. Transaction monitoring
4.6.2. Regular reviews of respondent accounts
4.6.3. Ongoing monitoring of respondent accounts – examples of good practice and poor practice
5. Findings – wire transfers
5.1. Background
5.2. Paying Banks
5.2.1. Large banks
5.2.2. Small banks
5.2.3. Paying banks – examples of good and poor practice
5.3. Intermediary banks
5.3.1. Large banks
5.3.2. Small banks
5.3.3. Intermediary banks – examples of good and poor practice
5.4. Beneficiary banks
5.4.1. Large banks
5.4.2. Small banks
5.4.3. Beneficiary banks – examples of good and poor practice
5.5. Implementation of the SWIFT MT202COV
5.5.1. What is the MT202COV and why was it introduced?
5.5.2. The impact on major banks
5.5.3. The impact on smaller banks
5.5.4. Implementation of SWIFT MT202COV – examples of good and poor practice
6. Case studies – high-risk customer relationships
7. Consolidated examples of good and poor practice – proposed guidance
7.1. High-risk customers and PEPs
7.3 Correspondent banking
7.3 Wire transfers

Cos'è la FSA?

 

logo FSA

Tratto da Wikipedia in italiano http://it.wikipedia.org/wiki/Financial_Services_Authority

La Financial Services Authority (FSA http://www.fsa.gov.uk) è un'autorità indipendente del Regno Unito che ha compiti di vigilanza sui mercati finanziari definiti dal Financial Services and Markets Act 2000, che ne determina anche i poteri sanzionatori.
I poteri di controllo della FSA si estendono a tutte le società o persone che agiscono sui mercati finanziari, quali:

  • Banche
  • Compagnie di assicurazione
  • Emittenti di moneta elettronica
  • Intermediari finanziari e del credito

Link utili

  • Sito FSA http://www.fsa.gov.uk
  • FSA,  "Banks' management of high money-laundering risk situations - How
    banks deal with high-risk customers (including politically exposed
    persons), correspondent banking relationships and wire transfers
    " (qui in pdf, 987 K, 98 pp.), 22 giugno 2011
ComplianceNet: