Dipartimento di Stato USA: "Country reports on terrorism 2010" (18 agosto 2011)

Il Dipartimento di Stato USA  ha pubblicato il "Country reports on terrorism 2010" (qui in pdf, 1.5 M, 255 pp.), un rapporto annuale che descrive per ogni paese del mondo il suo stato di conformità rispetto alle normative contro l'antiriciclaggio ed il finanziamento del terrorismo (AML/CTF - Anti Money Laundering / Combating the Terrorism Financing – framework).
Parole di elogio per il nostro paese: "L'Italia collabora strettamente con gli Stati Uniti in materia di antiriciclaggio e di condivisione delle informazioni e coopera con gli altri governi quale membro attivo del Financial Action Task Force e dell'Egmont Group. L'Italia, inoltre, partecipa alle attività previste dalla risoluzione ONU 1267  contro gli aderenti ad Al-Qaida e ai movimenti Talebani."
Meno positivo il giudizio su altri paesi come ad esempio la Grecia (manca una legge per il sequestro dei beni frutto del finanziamento del terrorismo; passi avanti vanno fatti per rafforzare ruolo e poteri della FIU greca) e l'Argentina (gravi deficienze nel framework AML/CTF, normativa antiriciclaggio inefficace).
Il rapporto indica gli stati considerati "sponsor" di attività terroristiche:

  • Cuba
  • Iran
  • Sudan
  • Siria.

L'US "Country reports on terrorism 2010" contiene infine la lista aggiornata delle organizzazioni considerate terroristiche dal governo degli Stati Uniti

.

Link utili

  • Dipartimento di Stato USA,"Country reports on terrorism 2010" (qui in pdf, 1.5 M, 255 pp.)
ComplianceNet: