Comitato di Basilea: i nuovi principi per la corporate governance delle banche (documento in consultazione)

Il 16 marzo 2010 il "Comitato di Basilea" ha pubblicato il documento in consultazione "Principles for enhancing corporate governance" (qui in pdf, 40 pp, 169 K) che aggiorna, anche "sulla base delle lezioni apprese durante la crisi finanziaria" le linee guida sulla "corporate governance" del 1999 ed i successivi "Principles" del 2006.
I nuovi "Principi" contengono le best practice da adottare, da parte degli intermediari finanziari, in materia di organizzazione e governo societario, materia a sua volta regolata da specifiche disposizioni nazionali; per quanto riguarda l’Italia, la Banca d’Italia ha emanato il 4 marzo 2008 le relative disposizioni di vigilanza  in vigore dal 30 giugno 2009.
I nuovi "Principles for enhancing corporate" si focalizzano principalmente su due temi:

  1. la gestione dei rischi aziendali
  2. i sistemi di remunerazione ed incentivazione del management.

Sulla gestione dei rischi i "Principi" raccomandano che il Consiglio di Amministrazione "comprenda", supervisioni e controlli nel continuo la strategia aziendale in materia di rischi; in tale ambito è necessaria che la composizione del CdA sia "qualificata". Viene inoltre sottolineata l’importanza di una funzione indipendente di risk management e di un chief risk officer.
Infine i principi sottolineano l’importanza che le autorità di vigilanza verifichino, regolarmente, le politiche e le prassi operative di corporate governance degli intermediari anche in relazione alle best practice proposte dal Comitato di Basilea.

Link

Articoli collegati in questo sito

ComplianceNet: