Banca d'Italia: disposizioni attuative per AUI

Il 6 maggio 2009 la Banca d'Italia ha pubblicato sul proprio sito internet, per la consultazione, le disposizioni attuative per la tenuta dell’archivio unico informatico e per le modalità semplificate di registrazione di cui all’articolo 37, commi 7 e 8, del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231 in materia di antiriciclaggio.
Le disposizioni sono contenute in un provvedimento (qui in pdf, 278 K, 23 pp.) recante i principi di registrazione e di tenuta dell’archivio, corredato di tre allegati di natura tecnico-operativa:

  1. Standard tecnici dell'AUI (pdf, 268 k, 47 pp)
  2. Causali analitiche (pdf, 198 k, 17 pp)
  3. Tabella dei codici (pdf, 115 k, 11 pp)

che stabiliscono, rispettivamente, le norme tecnico-informatiche per una regolare tenuta dell’AUI, le norme per il corretto utilizzo delle causali analitiche rappresentative delle operazioni oggetto di registrazione e le tabelle dei codici da utilizzare per la registrazione.
Le nuove disposizioni recepiscono le innovazioni introdotte dal decreto n. 231/2007 e assicurano l’eliminazione di alcune criticità che caratterizzano l’attuale sistema di registrazione, consentendo il pieno sfruttamento delle potenzialità informative dell’AUI.

Le principali novità

Le principali modifiche riguardano:

  • l’inserimento nell’AUI dei dati riguardanti il "titolare effettivo" dei rapporti continuativi;
  • la previsione di specifiche modalità di registrazione per operazioni, disposte da soggetti titolari di rapporti continuativi, eseguite per conto di soggetti “terzi” non intestatari del rapporto;
  • la previsione di specifiche modalità di registrazione per operazioni disposte da intermediari residenti in paesi "non equivalenti".

Nella redazione delle norme si è tenuto conto dell’esigenza di rispettare il criterio della proporzionalità, per ridurre al minimo gli oneri gravanti sui destinatari, assicurando nel contempo la piena tracciabilità dei flussi finanziari, anche nella prospettiva dell’utilizzo delle informazioni da parte degli organi di vigilanza e dell’autorità giudiziaria; il corretto adempimento degli obblighi di registrazione consente agli intermediari di fronteggiare i rischi legali e reputazionali che possono derivare dal coinvolgimento anche inconsapevole in fatti di riciclaggio.

Il termine per presentare osservazioni sul documento è l’8 giugno 2009.

Riepilogo dei documenti

  • Provvedimento recante disposizioni attuative per la tenuta dell’Archivio Unico Informatico e per le modalità semplificate di registrazione di cui all’art. 37, commi 7 e 8, del Decreto Legislativo 21 novembre 2007, n. 231 (pdf, 278 K, 23 pp.)
  • Allegati:
    1. Standard tecnici dell'AUI (pdf, 268 k, 47 pp)
    2. Causali analitiche (pdf, 198 k, 17 pp)
    3. Tabella dei codici (pdf, 115 k, 11 pp)

Altri articoli sull'antiriciclaggio in questo sito