Banca d'Italia: "Servizi di pagamento - Diritti ed obblighi delle parti" (30 luglio 2011)

Fonte: Comunicato Stampa di Banca d'Italia (pdf, 36 K, 2 pp.)
Il 30 luglio 2011 la Banca d'Italia ha emanato il provvedimento di "Attuazione del Titolo II del  Decreto legislativo n. 11 del 27 gennaio 2010 relativo  ai servizi di pagamento (Diritti ed obblighi delle parti)" (GU n. 176 del 30 luglio 2011), testo disponibile in pdf (382 K, 53 pp.) sul sito di Bankit.
Particolare attenzione è dedicata ai profili attinenti alla sicurezza dei pagamenti elettronici.
La Banca d'Italia, nell'esercizio della funzione di sorveglianza sul sistema dei pagamenti, verificherà il rispetto delle disposizioni ora emanate, la cui entrata in vigore - al fine di consentire agli operatori di adottare i necessari accorgimenti organizzativi, procedurali, tecnici - è fissata al 1° ottobre 2011.
Di seguito il testo del comunicato e l'indice del documento.

Comunicato Stampa di Banca d'Italia

Il provvedimento fornisce indicazioni riguardanti i criteri di riferimento per l'individuazione dell'ambito applicativo della disciplina, la definizione delle spese applicabili alla clientela, le modalità per la corretta esecuzione degli ordini di pagamento e le responsabilità che gravano sulle parti coinvolte. Particolare attenzione è dedicata ai profili attinenti alla sicurezza dei pagamenti elettronici, stante il ruolo cruciale che essa riveste per facilitare il ricorso a servizi più efficienti in alternativa al contante e agli strumenti cartacei.  
Si favorisce in tal modo la corretta interazione fra i diversi soggetti coinvolti nell'esecuzione di un'operazione di pagamento, essenziale perché siano conseguite le finalità del regolare funzionamento del sistema, della sicurezza ed efficienza dei servizi, della tutela degli utilizzatori.
Le nuove disposizioni si collocano nel contesto del processo di avanzamento dell'integrazione dell'industria europea dei pagamenti al dettaglio, di cui è parte rilevante la realizzazione dell'area unica dei pagamenti in euro (Single Euro Payments Area – SEPA), volto a corrispondere al meglio alle esigenze delle diverse categorie di utilizzatori (consumatori, imprese, pubbliche amministrazioni), migliorando la qualità complessiva dei servizi di pagamento. Nel predisporle si è tenuto conto dell'esperienza applicativa maturata dal recepimento della Direttiva europea nell'ordinamento nazionale nonché degli esiti di una procedura di consultazione pubblica che ha consentito ad operatori, professionisti, accademici e associazioni di categoria di prestatori e utilizzatori di servizi di pagamento di fornire commenti e suggerimenti. Le principali osservazioni pervenute, e le valutazioni svolte con riferimento ad esse, sono sintetizzate in un apposito documento pubblicato sul sito internet dell'Istituto unitamente al provvedimento.
La Banca d'Italia, nell'esercizio della funzione di sorveglianza sul sistema dei pagamenti, verificherà il rispetto delle disposizioni ora emanate, la cui entrata in vigore - al fine di consentire agli operatori di adottare i necessari accorgimenti organizzativi, procedurali, tecnici - è fissata al 1° ottobre 2011.
Il provvedimento è stato pubblicato sul sito della Banca d'Italia (http://www.bancaditalia.it/attuazione-dlg-11-270110). 

Indice

SEZIONE I
Disposizioni di carattere generale
1. Premessa
2. Definizioni
SEZIONE II
Ambito di applicazione
1. Fonti normative
2. Ambito di applicazione oggettivo
2.1 Servizi di pagamento
2.2 Attività che non costituiscono servizi di pagamento ai sensi del
Decreto
2.2.1 Servizi che non sono prestati agli utilizzatori
2.2.2 Cash-Pooling
2.2.3 Trasporto di contante
2.2.4 Modulistica contrattuale
2.2.5 “Cash-back”
2.2.6 Strumenti a spendibilità limitata
2.2.7 Operazioni con finalità di investimento
2.2.8 Operazioni di cambio valuta
2.2.9 Pagamenti eseguiti tramite operatore di
telecomunicazione, digitale o informatico
2.3 Deroghe per i micropagamenti
3. Ambito di applicazione soggettivo
3.1 Prestatori di servizi di pagamento
3.2 Utilizzatori di servizi di pagamento
SEZIONE III
Spese
1. Fonti normative
2. Principi generali
2.1 Gratuità delle misure correttive e preventive
2.2 Regola tariffaria
2.3 Divieto di decurtazione delle spese
3. Data valuta e tempi di disponibilità dei fondi
SEZIONE IV
Autorizzazione di operazioni di pagamento
1. Fonti normative
2. Obblighi e responsabilità dell’utilizzatore di servizi di pagamento in
relazione alle modalità di utilizzo dei servizi e degli strumenti di
pagamento
2.1 Riservatezza dei dispositivi di sicurezza
2.2 Responsabilità dell’utilizzatore
2.3 Prova di autenticazione ed esecuzione dell’operazione di pagamento
3. Obblighi del prestatore di servizi di pagamento in relazione alla
prestazione di servizi e all’emissione di strumenti di pagamento
3.1 Sicurezza
4. Rettifica di operazioni di pagamento non autorizzate o eseguite in modo
inesatto
5. Rimborsi
5.1 Rimborsi nel caso di operazioni di pagamento non autorizzate
5.2 Rimborsi nel caso di operazioni di pagamento eseguite su iniziativa del
beneficiario
5.2.1 Rimborso di addebiti diretti
5.2.2 Deroga per i non consumatori e le micro-imprese
SEZIONE V
Esecuzione di un’operazione di pagamento
1. Fonti normative
2. Ricezione degli ordini di pagamento
3. Irrevocabilità di un ordine di pagamento
4. Rifiuto di un ordine di pagamento
5. Tempi di esecuzione
5.1 Pagamenti a valere su un conto
5.1.1 Conversioni valutarie
5.1.2 Pagamenti interni
5.2 Pagamenti in assenza di conto
5.3 Versamenti
5.4 Data valuta e disponibilità dei fondi
5.4.1 Pagamenti in giornate non operative
5.5 Rettifiche
SEZIONE VI
Responsabilità
1. Fonti normative:
2. Identificativo unico
2.1 Identificativi unici inesatti
2.2 Assenza di identificativo unico
3. Responsabilità per mancata o inesatta esecuzione
3.1 Principi generali
3.2 Responsabilità del prestatore di servizi di pagamento del pagatore
3.3 Responsabilità del prestatore di servizi di pagamento del beneficiario
3.4 Diritto di regresso
SEZIONE VII
Disposizioni transitorie e finali
1. Istituti di pagamento
2. Istituti di moneta elettronica
3. Banche e Bancoposta S.p.A.
ALLEGATO TECNICO
Tipologie di strumenti di più elevata qualità sotto il profilo della sicurezza
1. Premessa
2. Requisiti degli strumenti “a maggior sicurezza”
3. Assessment indipendente
4. Procedura di adesione
5. Strumenti di pagamento di “basso valore”

Link utili

  • Banca d'Italia: comunicato stampa (pdf, 36 K, 2 pp.)
  • Banca d'Italia: "Attuazione del Titolo II del  Decreto legislativo n. 11 del 27
    gennaio 2010 relativo  ai servizi di pagamento (Diritti ed obblighi
    delle parti)
    " (pdf, 382 K, 53 pp.)

Articoli collegati

Informazioni sull'autore dell'articolo 

Agatino Grillo

Agatino Grillo è l'ideatore e curatore dei siti www.compliancenet.it e www.compliance-normativa.it 

Biografia più ampia http://compliance-normativa.it/author/agatino-grillo 

Contatti