Banca d'Italia – consultazione per disposizioni in materia di organizzazione, procedure e controlli interni per antiriciclaggio

Il 25 gennaio 2009 la Banca d'Italia ha pubblicato, per la consultazione, lo schema di provvedimento recante disposizioni in materia di  organizzazione, procedure e controlli interni che gli intermediari bancari e finanziari devono adottare a fini di prevenzione e contrasto del riciclaggio e del finanziamento al terrorismo.
Le nuove disposizioni, recita il comunicato stampa (qui in pdf) sono finalizzate a proteggere l’integrità di tutti gli operatori, con particolare riguardo a quelli bancari e finanziari, quindi ad assicurare la stabilità del sistema.
In coerenza con l’impostazione delle norme di vigilanza in tema di governance e compliance, il documento di consultazione è strutturato in principi e linee-guida e rimette all’autonomia degli intermediari e degli operatori la concreta individuazione delle soluzioni organizzative più idonee a realizzare gli obiettivi della disciplina, tenuto conto della forma giuridica, delle dimensioni e dell’operatività svolta.
L’adeguatezza delle soluzioni organizzative adottate in materia di antiriciclaggio rientra a pieno titolo tra le verifiche che la Banca d’Italia svolge sulle aziende vigilate nell’ambito del "processo di revisione e valutazione prudenziale".
Il termine per presentare le osservazioni sul documento in consultazione è il 31 marzo 2010.

Link

Banca d’Italia, "Provvedimento recante disposizioni attuative in materia di organizzazione, procedure e controlli interni volti a prevenire l’utilizzo degli intermediari e degli altri soggetti che svolgono attività finanziaria a fini di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, ai sensi dell’art. 7 comma 2 del Decreto Legislativo 21 novembre 2007, n. 231" (pdf, 20 pp, 201 K)