Antiriciclaggio: Europarlamento vota più controllo su bitcoin, moneta virtuale (30 maggio 2016)

160530-bitcoin-eu.jpg

Chiesto a Commissione Ue costituire Task force
Una task force per aumentare il controllo sulle valute virtuali, come i Bitcoin, che potrebbero essere utilizzate per il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo.
Lo ha chiesto il Parlamento europeo, rivolgendosi alla Commissione Ue, in una risoluzione non vincolante approvata con 452 voti favorevoli durante la sessione plenaria di Bruxelles.
L'unità operativa, posta sotto la supervisione della Commissione, dovrebbe "monitorare attivamente l'evoluzione della tecnologia e, in caso di necessità, avanzare proposte tempestive per una regolamentazione specifica", spiega il relatore tedesco Jakob von Weizsäcker del gruppo S&D.
La stretta di Bruxelles sul denaro virtuale, però, non dovrà essere troppo rigida, poiché - precisano gli eurodeputati - le cosiddette cripto-valute "possono offrire importanti opportunità per i consumatori e per lo sviluppo economico".
La parola passa ora alla Commissione, che sta vagliando diverse proposte, tra cui la fine dell'anonimato che caratterizza gli scambi tra le valute virtuali e quelle reali.

Leggi anche

  • Committee on Economic and Monetary Affairs, PE 575.277 v01 – 00, Jakob von Weizsäcke, “DRAFT REPORT on  virtual currencies” (2016/2007 (INI)) – pdf

Ultimi articoli su "Antiriciclaggio"

443px-Money-laundering.svg.png

(image from http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Money-laundering.svg)

Ultimi articoli su BitCoin