Antiriciclaggio e Big Data (6 aprile 2014)

140405-ey-fda0

Fonte: agatinogrillo.it
Il 19 marzo 2014 Ernst & Young ha presentato lo studio “Big risks require big data thinking - Global Forensic Data Analytics Survey 2014” (pdf, lingua inglese, 898 K,  36 pp.)  che evidenzia come il 63% dei senior executive di aziende leader nel mondo concordino sulla necessità di aumentare gli sforzi per migliorare le procedure anti frode e anti corruzione, anche attraverso l’utilizzo degli strumenti di Forensic Data Analytics (FDA).

140405-ey-fda1.png

Focus sull’Italia

Secondo il 51% degli intervistati i maggiori rischi sono legati a possibili pratiche corruttive (51%), seguita dall’asset misappropriation (43%), dalle frodi di bilancio e contabili (26%) e dal riciclaggio (28%); oltre a questi gli intervistati vedono maggiori rischi di malpractice nei progetti d’investimento (35%) e nelle operazioni di merger & acquisition (13%).
L’utilizzo di nuove tecnologie nell’analisi di grandi masse di informazioni (“Big Data”) può giocare un ruolo chiave nella prevenzione delle frodi e nell’analisi più efficace dei dati, nonostante le società italiane intervistate non abbiamo ancora iniziato ad utilizzare questi strumenti all’interno della propria realtà.
Il 60% delle società intervistate possiede una struttura interna di Investigation, un dato inferiore rispetto alla media globale (71%); il 65% delle società italiane utilizza qualche strumento di FDA (a livello globale il dato è del 74%).

140405-ey-fda2.png
I soggetti aziendali che maggiormente beneficiano o utilizzano i risultati della FDA sono per il 78% il CDA e il Top management, l’Internal audit per il 68% degli intervistati, il 55% l’area Legal o Compliance, il 60% i manager delle Business Unit, e il 50% le funzioni di Internal Investigations or Business Integrity.
Per quanto riguarda la gestione dei programmi anti fraud e anti bribery, in Italia nel 32% dei casi è legata alla divisione business/management, per il 28% all’area legal/compliance, il 23% internal audit & risk, il 7% investigations e il 2% Finance department e il restante 9% in altre aree.

140405-ey-fda4.png

Antiriciclaggio e Big Data

Nell’ambito dei “Financial Services”, a livello globale, l’80% degli intervistati ritiene che l’uso della “Forensic Data Analytics” (FDA) possa essere un valido ausilio nel contrasto del riciclaggio di denaro sporco; ciò è confermato anche da quanto risulta (figura 11) circa l’utilizzo della FDA per industry: ben l’80%  delle aziende intervistate (a livello globale) usa queste tecniche nell’industry “Financial Services” in ambito “Money Laundering”.

140405-ey-fda3.png

Tecniche di “Big Data” per eliminare i falsi positivi nelle liste antiriciclaggio e antiterrorismo

Lo studio di E&Y riporta, tra gli esempi, anche l’utilizzo della Forensic Data Analytics, in banca per accoppiare le informazioni sulle società clienti presenti nei sistemi di CRM (Customer Relationship Management) e quanto contenuto nelle “Watch List” cioè nelle liste antiterrorismo e antiriciclaggio.

140405-ey-fda5.png

Link

Articoli collegati su ComplianceNet

ComplianceNet: